HTC Desire 820: la distribuzione ufficiale parte (tardi) in Italia

24 Marzo 2015 5

HTC Desire 820 potrebbe essere sinteticamente descritto come un'"occasione mancata" per il produttore taiwanese, quanto meno in relazione alle vicende della distribuzione ufficiale nel nostro paese. Presentato in pompa magna ad IFA 2014, trattandosi (all'epoca) del primo Android octa-core a 64-bit, l'evoluzione del phablet di fascia media Desire 816 è stato protagonista di un percorso di avvicinamento al mercato a dir poco articolato. La commercializzazione, inizialmente prevista per il mese di gennaio 2015 (a quattro mesi di distanza dalla presentazione, quindi), è stata successivamente spostata a metà febbraio per i modelli con Garanzia Europa e solo negli ultimi giorni si sono registrate le prime avvisaglie dell'effettiva disponibilità sugli scaffali dei negozi italiani, segnale che la distribuzione dei modelli con Garanzia Italia è finalmente iniziata anche nel nostro paese.

A titolo di esempio, si fa menzione del volantino del gruppo Expert Gaer, valido dal 26 marzo al 12 aprile, che riporta il phablet a pagina 9, insieme al prezzo ufficiale di 379 euro e alla dicitura "Prodotto Novità" - si, per quanto riguarda la distribuzione ufficiale lo è realmente una novità, anche se da settimane gli utenti italiani possono già acquistare HTC Desire 820 tramite gli store online che vendono prodotti di provenienza europea. Anche Amazon Italia ha iniziato a riportare a catalogo il phablet nella versione con Garanzia Italia - anche se il prodotto non è ancora disponibile.

Perchè è inevitabile definire Desire 820 un'"occasione mancata" per HTC è presto detto: in primo luogo l'interesse nei confronti del prodotto, a distanza di quasi otto mesi dalla presentazione, potrebbe essere sfumato, è poi inevitabile constatare che il prezzo dei modelli con Garanzia Europa si è nel frattempo assottigliato, raggiungendo la cifra di 329 euro.

Insistiamo sull'importanza della distribuzione ufficiale, perchè, se per molti utenti lo shopping online è ormai una prassi consolidata, altri potrebbero voler toccare con mano il prodotto prima di procedere all'acquisto, circostanza che in molti casi è possibile solo quando il device arriva in via ufficiale nei punti vendita fisici. A scanso di equivoci, HTC Desire 820 per noi resta un ottimo prodotto - se non fosse chiaro, ricordiamo i risultati ottenuti nella nostra recensione - ma la "pasticciata" vicenda della commercializzazione ufficiale rischia di penalizzarlo oltre il dovuto.

HTC Desire 820 è disponibile online da Amazon Marketplace a 622 euro.
(aggiornamento del 01 dicembre 2018, ore 22:26)

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mrHammer

Appena acquistato, è veramente una scheggia. Unico Neo la batteria ma spero in un miglioramento software per aumentarne l'autonomia riducendo i consumi. Speriamo solo che dopo lollipop non venga abbandonato al suo destino, in quel caso Cyanogen mi sarà d'aiuto ;)

DangerNet

E' strano però. Questo è l'unico terminale che è partito così tardi. Ci sono stati terminali che erano disponibili in Italia già dopo poche settimane.

Baronz

costa troppo.. è simile all'honor 4x che però costa 199 euro

CreXZor

Tanto in un modo o nell'altro venderà comunque poco rispetto alla concorrenza

Antonio Guacci

Se HTC seguisse la stessa politica di distribuzione, qui in Italia vedremmo ufficialmente M9 a settembre... -.-"

Recensione HTC u12 Life: non eccelle ma fa tutto bene

HTC U11 Life con Android One | Anteprima

HTC U11, la nostra recensione

HTC U11: la nuova "lucidità" del brand taiwanese | Anteprima Video