HTC One X e One S: confronto dati test batteria by HDBlog

16 Aprile 2012


Concludiamo la nostra serie di test dedicati ad HTC One X e HTC One S che hanno avuto ad oggetto le performance della batteria dei due device in uno scenario di uso reale, ovvero quello che, al di là di test di laboratorio basati su script e su prove standardizzate, è piu vicino all'utilizzo che un qualsiasi utente farebbe del device. Per valutare questo aspetto di fondamentale importanza, abbiamo pensato di realizzare un test con aggiornamenti in tempo reale sul consumo di batteria sia per HTC One X che per HTC One S. In questo ultimo articolo metteremo uno accanto all'altro i dati dei due test, non per trovare un vincitore assoluto tra HTC One X e HTC One S, quanto, piuttosto per riassumere conclusivamente i risultati delle prove precedenti e ricavare ulteriori spunti di riflessione.

Riassumiamo le condizioni di test che per entrambe i device sono state le medesime:

  • Luminosità automatica
  • Connettività dati attiva sempre
  • Sincronizzazione automatica di tutti i servizi Google
  • GPS attivo con tutte le connettività accese
  • Sfondo statico
  • Interfaccia HTC Sense (non launcher alternativi)
  • Facebook e Twitter attivi
  • Altre applicazioni attive (instagram e altre)
  • Operatore di rete 3 Italia

Il primo grafico ha come scopo principale riassumere l'andamento del consumo nel corso del tempo, un consumo che procede regolare durante le ore in entrambe i test. I rilevamenti, come avrete avuto modo di constatare seguendo i nostri test in tempo reale, sono stati effettuati allo scadere di ogni ora.


Passiamo ai principali risultati dei due test che danno modo di chiarire, tra l'altro, perchè non è possibile, nè consigliabile cercare di trovare un vincitore in senso assoluto. HTC One X chiude la prova con 10:26 h di autonomia, mentre HTC One S ha esaurito la batteria dopo 9:40 h. Ciò non significa ovviamente che in senso assoluto HTC One S ha una peggiore autonomia di HTC One X. Per i motivi illustrati in precedenza, un test in uno scenario d'uso reale non può essere standardizzato ed esattamente identico, così come non è standard il consumo che viene effettuato giornalmente da un qualsiasi utente.


Piuttosto che cercare il vincitore a tutti i costi, è interessante individuare le principali fonti del consumo di batteria e dare l'idea dell'effettivo utilizzo quotidiano. Da questo punto di vista non possiamo che tornare a individuare nel display una delle componenti più affamate di batteria. Per quanto adottino tecnologie e diagonali differenti, sia nel caso di HTC One X che nel caso di HTC One S il display è la componente che incide notevolmente sull'autonomia. Nel grafico che segue è possibile analizzare la percentuale di utilizzo del display rapportata all'intero periodo di autonomia del device. Sia con HTC One X che con HTC One S il display è stato attivo 1/4 del tempo.


Altre importanti componenti che incidono sui consumi sono rappresentate dalla connettività dati 3G e da quella Wi-Fi. Nei nostri test abbiamo sfruttato maggiormente la connettività Wi-Fi con HTC One X e più la connettività 3G con HTC One S. In entrambe i casi, tuttavia, il consumo, soprattutto dei dati scaricati in 3G è stato molto massiccio e potenzialmente in grado di prosciugare in breve tempo il bonus dati della maggior parte delle tariffe flat praticate dagli operatori telefonici (ved. gli oltre 300 MB di dati con HTC One S).


Ovviamente indicare esclusivamente la durata della batteria senza chiarire nel dettaglio quali attività sono state compiute durante il periodo di test non è significativo. A tale scopo può essere utile esaminare le ultime  tabelle che seguono. Si tratta delle più comuni attività che vengono normalmente compiute in uno scenario di utilizzo reale. Sia HTC One X che HTC One S sono stati utilizzati per compiere circa un'ora di conversazioni telefoniche, mezz'ora di navigazione internet, 45-50 minuti dedicati alla posta ed ai social network, valori sicuramente importanti soprattutto calati in uno scenario di utilizzo quotidiano che potrà essere, a seconda degli utenti, anche più blando.


Di seguito è possibile esaminare le percentuali dedicate alle attività appena descritte nel periodo di utilizzo di HTC One X ...


... e HTC One S:


Esprimere un giudizio finale sull'autonomia di HTC One X e HTC One S è un argomento che può essere affrontato sotto vari punti di vista. In primo luogo, ci sentiamo di rassicurare i lettori sulle performance della batteria dei due device che consente di arrivare a fine giornata; un dato imprescindibile per poter promuovere la performance di un qualsiasi smartphone. Sia HTC One X che HTC One S consentono all'utente di coprire una giornata di lavoro anche con un utilizzo abbastanza pesante (ma non massiccio). A tale risultato i due smartphone arrivano per vie differenti: One X con il quinto core companion di Tegra 3, One S con il processo produttivo a 28nm e i core in grado di funzionare in modalità asincrona del SoC Qualcomm S4.

Sin qui gli aspetti positivi. Non si possono però trascurare due ulteriori aspetti. In primo luogo il fatto che le batterie di HTC One X er HTC One S, contrariamente a quelle integrate nei precedenti smartphone HTC non sono removibili. Il dato in senso assoluto potrebbe non essere penalizzante per molti utenti nell'utilizzo quotidiano, ma potrebbe esserlo per chi è solito utilizzare una seconda batteria di riserva o per chi non rinuncia ad una batteria aftermarket di capacità ancora più generosa rispetto a quelle originale.

Altro dato che ci sentiamo di sottolienare e che in parte è legato alla nostra recente riflessione sull'innovazione introdotta con i device più recenti, riguarda il fatto che sostanzialmente sia HTC One X che HTC One S non migliorano particolarmente le performance dell'autonomia dei device della precedente generazione. Da questo punto di vista gli accorgimenti tecnici introdotti da HTC One X e HTC One S per non peggiorarla a fronte di un hardware più prestante sono importanti ed efficaci. Al momento, tuttavia, il traguardo di fine giornata è quello a cui si può tendere qualora si utilizzi lo smartphone per gli scopi per cui è nato, ovvero senza rinunciare a feature come la connettività dati sempre attiva, la navigazione internet, la gestione di posta e social network, etc. Da ultimo sottolineamo che le capacità delle due batteria di HTC One X e HTC One S rispettivamente da 1800 mAh e 1650 mAh sono adegute, ma resta il dubbio che per contenere gli ingombri e curare il design si sia sacrificato un po' di spazio che si poteva dedicare, forse, all'integrazione di una batteria con capacità ancora maggiore in grado di offrire quelle 2/3 ore in più di autonomia che avrebbero fatto la differenza.

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Taipei: Arrestato l'uomo che ha diffuso le immagini di HTC One M8 prima del lancio

Fitbit si aggiorna migliorando l'integrazione con HTC One M8

Nuove stime per HTC One M8: tra 3 e 5 milioni di pezzi consegnati nel Q2

HTC One M8: lo spot in italiano torna a sottolineare i punti di forza