I nostri blog

HTC Sensation XL RECENSIONE: Le nostre impressioni dopo un mese di utilizzo

Di il 17 gennaio 2012

HTC Sensation XL  è prodotto che attualmente si colloca nella fascia hi-end del catalogo di HTC e riassume le più recenti tendenze del mercato smartphone, a partire dall’integrazione di un display di dimensioni particolarmente generose. Altri “segni particolari” del device riguardano poi il design destinato a non passare inosservato e l’integrazione della tecnologia Beats Audio che migliora, unitamente alle eccellenti cuffie fornite in dotazione, la resa sonora. Lo abbiamo provato per circa un mese e vi riportiamo le nostre impressioni di utilizzo ed una recensione completa.

HTC Sensation XL non ha immediatamente colpito gli osservatori del mercato più disattenti che si sono limitati a dare una rapida lettura alle specifiche tecniche. In effetti, esaminandole, il lettore potrebbe obiettare che il device è “XL” solo per quanto riguarda le dimensioni dello schermo, ma non anche per la restante dotazione hardware, che appare buona, ma non da vero fuoriclasse. Il processore è “solo” un single-core da 1.5 GHZ ed il display è ampio, ma con una risoluzione non così elevata come i più recenti device Android con schermo da 1280×720 pixel.

Non vogliamo anticipare sin da ora le nostre conclusioni, ma possiamo sinteticamente dire che HTC Sensation XL é un terminale per “intenditori”, un device che va giudicato dopo averlo provato a fondo come abbiamo fatto noi nel nosto periodo di test. Solo partendo da questa premessa si potrà apprezzare il reale valore di uno smartphone che, dote rara, durante l’utilizzo fa dimenticare i puri dati numerici ed apprezzare esclusivamente le prestazioni sul campo!

 

Costruzione e Design

HTC Sensation XL inizia a colpire subito positivamente appena si inizia a maneggiare, esprimendo in maniera molto convincente la filosofia costruttiva di HTC: i materiali (leghe metalliche, inserti plastici e vetro Gorilla Glass) sono di ottima qualità, l’assemblaggio è realizzato senza sbavature e la scocca unibody rende il terminale molto solido.

L’elemento di novità introdotto da HTC con il Sensation XL riguarda il design. L’azienda taiwanese, con qualche eccezione, ci ha abitutato a terminali molto “sobri”, curati in maniera meticolosa nel design, ma che in diversi casi tendono a passare per certi versi inosservati. HTC Sensation XL da questo punto si distingue dalla maggior parte dei device HTC. In primo luogo il produttore ha scelto una colorazione bianca che ultimamente va molto di moda in ambito smartphone, in secondo luogo ha rifinito in maniera molto raffinata la parte posteriore del device che combina la scocca metallica argentata con inserti in gomma di color bianco su uno dei quali spicca il logo rosso di Beats Audio.

Il risultato finale è quelo di un device per certi aspetti unico: ottimamente costruito e con un look destinato a non passare inosservato. I gusti personali restano soggettivi, ma a noi personalmente il design di HTC Sensation XL è piaciuto particolarmente.

 

HTC Sensation XL: Extra Large in tutto

Dopo essersi resi conto della qualità costruttiva, l’attenzione si sposta sul display. Non nascondiamo di esserci avvicinati ad HTC Sensation XL con una certa “diffidenza”: un display così ampio con una risoluzione WVGA sulla carta può sembrare poco nitido, tenuto conto della densità di pixel. Basta accendere HTC Sensation XL per dimenticare molto rapidamente quest’idea. Il display è di qualità, nonostante la risoluzione pari a 800×480 pixel con neri finalmente profondi. Contrasto, luminosità massima sono di ottimo livello ed i colori appaiono naturali e saturi al punto giusto, al pari dell’angolo di visione molto convicente.

Le dimensioni dello schermo condizionano ovviamente quelle complessive del device (132.5mm x 70.7mm x 9.9 mm). HTC Sensation XL è indubbiamente un “peso massimo”, ma anche dal punto di vista dell’ergonomia riserva delle sorprese inaspettate. Premettiamo che l’utilizzo “ottimale” del dispositivo prevede l’impugnatura con due mani, tuttavia, durante l’uso quotidiano abbiamo notato come, prestando un po’ di attenzione, anche l’uso con una sola mano non è del tutto probitivo, anche se si farà un po’ di fatica a raggiungere tutti i punti dello schermo con le dita. Gli aspetti ergonomici sono migliorati dai bordi arrotondati della scocca che rendono ancora più piacevole maneggiare il device e dallo spessore inferiore al centimetro. Il  peso di 162 grammi è il prezzo da pagare per utilizzare un device con uno schermo così ampio e realizzato ricorrendo a leghe metalliche.

Passiamo ad un terzo elemento dell’HTC Sensation Xl che può esssere considerato altrettanto “big”, ovvero la batteria da 1600 mAh, un valore superiore alla media e reso necessario dalle richieste energetiche del display. Lo smartphone, grazie alle ottimizzazioni apportate dal produttore ed alla batteria adeguatamente dimensionata è stato in grado di farci superare con  facilità la giornata di utilizzo. La durata effettiva della batteria varierà a seconda delle abitudini dell’utente e ci si può spingere anche oltre la fine della giornata con qualche accorgimento. Il nostro utilizzo “tipico” prevede una connessione dati sempre attiva (3G o WiFi), sincronizzazione attiva, dati in background attivi e la ricezione delle email in push. Durante la giornata utilizziamo di frequente il browser web in mobilità sfruttando la rete 3G

Le prestazioni

Bisogna realmente andare incontro ad alcune limitazioni se si sceglie un terminale con un processore single core ? La risposta in linea generale è no. Premettendo che il Qualcomm S2 integrato nell’HTC Sensation XL è attualmente il più prestante single core del mercato grazie alla frequenza di clock pari ad 1.5 GHz, bisogna sottolineare che, tutt’ora, sono realmente pochi gli scenari d’uso in cui un sistema SoC dual-core riesce a fare realmente la differenza nell’utilizzo quotidiano. I device dual-core verranno sfruttati ancor di più con Ice Cream Sandwich, ma per il momento la potenza di calcolo di HTC Sensation XL appare sempre all’altezza della situazione.

In cosa si traduce concretamente questa potenza di calcolo, assicurata anche dalla GPU Adreno 205, è presto detto: l’interfaccia Sense scorre senza lag significativi, la navigazione internet è rapida e soprattutto comoda grazie al display molto ampio, la riproduzione dei video avviene sempre senza incertezze ed osservarli è a dir poco piacevole. Non trascuriamo poi l’aspetto luidico: giocare alla maggior parte dei titoli presenti nell’Android Market è un’esperienza molto gratificante.

La quantità di memoria on-board è pari a 768MB di RAM e 16GB di ROM. Non del tutto condivisibile la scelta di non integrare uno slot microSD per espandere ulteriormente la memoria tenuto della vocazione multimediale del device. Non manca ovviamente quello che può essere considerato un vero valore aggiunto degli smartphone HTC, ovvero l’interfaccia Sense che nella sua versione 3.5 è apparsa molto fluida e senza lag.

Dal punti di vista telefonico HTC Sensation XL ha esibito una sensibilità del modulo radio nella media, ma ha migliorato un aspetto che personalmente non ci aveva convinto del tutto con la recente produzione di HTC: parliamo della qualità dell’audio in conversazione che non espone il device ad alcuna critica e fa dimenticare la prestazione un po’ grigia di alcuni recenti device come il Sensation. Il volume è sufficietemente elevato, la voce è ricca di corpo e non presenta fastidiose tonalità metalliche.

La fotocamera

La fotocamera è un’altra feature che ci ha colpito molto positivamente. Possiamo dire che prosegue anche con il Sensation XL la tendenza di HTC di migliorare progressivamente la qualità del modulo fotografico utilizzato dai suoi smartphone. Quello dell’HTC Sensation XL è un esemplare caratterizzato da un sensore di 8 MP, è dotato di autofocus e doppio flash a LED e di un software molto ricco di opzioni che consente, tra l’altro, di applicare diversi filtri fotografici alle foto o di realizzare con semplicità scatti panoramici.

L’aspetto che più è apparso migliorato rispetto a precedenti device HTC è la resa in notturna, mentre l’unica piccola pecca che ci sentiamo di evidenziare riguarda ancora una volta la presenza del fenomeno dell’alone rosa al centro del fotogramma, che in alcune condizioni di utilizzo altera la corretta rirpoduzione cromatica. Senza aggiungere ulteriori considerazioni lasciamo parlare gli scatti che comprendono anche una foto realizzata con la modalità panoramica che fonde tre scatti per ampliare l’angolo di visione.

 Beats Audio

Il vero valore aggiunto del terminale è indubbiamente l’audio! HTC Sensation XL viene fornito con le cuffie Monster beats by dr.dre, cuffie a dir poco sensazionali, eleganti e robuste. Consideriamo che, comprate singolarmente costano intorno ai 100 euro il che rende il rapporto qualità/prezzo di sensation XL ancora più appetibile. Da precisare che la qualità audio davvero notevole che si può udire è data all’80-90% dalle cuffie stesse a dalla restante percentuale dall’ottimizzazione audio creata da htc in collaborazione con beats audio. Utilizzando infatti la medesime cuffie, su terminali differenti ben equalizzati, non htc, ed ascoltando la stessa canzone, sul Sensation XL possiamo percepire un miglioramento minimo. Per chi ascolta quindi spesso la musica con il proprio smartphone non possiamo che consigliare questo terminale, peccato davvero per la mancanza di uno slot di espansione microSD, anche se con 16GB possiamo davvero caricare sul nostro terminale centinaia di canzoni, in questo momento ne abbiamo caricate oltre 1000 che vengono gestite senza particolari problemi.

Conclusioni

Siamo tutti in attesa di conoscere le novità che HTC presenterà al Mobile World Congress. Molte di esse potrebbero comprendere smartphone multi core, quindi la domanda del perchè prendere in considerazione un device single core come l’HTC Sensation XL è lecita. Ci sentiamo di rispondere a questa domanda semplicemente mettendo sul piatto della bilancia tutti gli aspetti positivi emersi nel corso della prova, insieme a quelli negativi. I primi sono nettamente superiori ai secondi e da qualsiasi punto lo si voglia osservare, l’HTC Sensation XL è un device ben riuscito in sè, al di là dei confronti con i device dual-core.

Costruzione, design, sezione telefonica, display e potenza di calcolo non si espongono a particolari critiche. Manca forse qualche particolare per raggiungere un punteggio ancora più elevato, come la possibilità di registrare video in 1080p o la reattività del browser internet che è solo leggermente meno fluida rispetto ad alcuni device dual-core (non a tutti). Anche la scelta di non permettere di aggiungere una microSD è limitante. Abbiamo lasciato per ultimo l’accenno a Beats Audio ed alle ottime cuffie in dotazione, ma anche tale elemento contribuisce a tracciare un quadro molto positivo e a tratteggiare in maniera netta l’anima votata al multimedia dell’HTC Sensation XL. Attualmente su expansys (partner HTC) il dispositivo viene venduto a 500 euro, con l’uscita dei nuovi terminali il prezzo potrebbe ulteriormente calare e ciò lo renderebbe sicuramente un terminale da tenere in seria considerazione.

Per ulteriori approfondimenti vi rimandiamo alla nostra scheda tecnica dell’ HTC Sensation XL, che trovate qui, con news, foto, video e altro..

Scopri i prezzi più convenienti
EUR 294.99
da EXPANSYS Italia...
[Compara prezzi]

HTC Desire 601 (Nero)

L'HTC Desire 601 è dotato di molte delle funzionalità (come HTC BlinkFeed, HTC Zoe con Video Highlights e HTC BoomSound) che han...

EUR 149.99
da Mediaworld
[Compara prezzi]

HTC desire 310 black

Quadriband - 3G - Wi-Fi Fotocamera da 5 Megapixel - Memoria interna 4GB Android 4.2 - GPS integrato Display LCD 4,5" Touchscreen P...

EUR 290
da NeoPhoniaStore
[Compara prezzi]

Htc One Mini 16gb Red Rosso Smartphone Androi...

Htc One Mini E' Uno Smartphone Con Schermo Hd A 4,3 Pollici. E' Leggermente Meno Potente Rispetto Al Fratello Maggiore Htc One, Tu...

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima